Entrare a far parte del mondo di Kids&Us è un investimento per il futuro: i bambini imparano, in modo naturale, divertendosi e senza alcuna forzatura, la lingua che gli spalancherà le porte del mondo.

Non so voi ma io, figlia di un’insegnante di inglese, ho sempre avuto un rapporto piuttosto difficile con la lingua inglese. Noi siamo i figli della globalizzazione, cresciuti in età adulta con il mito degli Stati Uniti e delle lingua cinese, che pare ti apra le porte del Paradiso. Ma se io ero una capra in inglese figuriamoci in cinese…

E’ che a me l’inglese me stava proprio sulle palle, dai parliamoci chiaro, quelle regole così strane, i verbi irregolari, i modali e il get?!?! Vogliamo affrontare il tema del get????

E così l’inglese l’ho imparato da grande, con tutte le difficoltà del caso, fino ad arrivare ad oggi che lo pratico e parlo quotidianamente per lavoro. Ma che fatica!

Da madre, ho immediatamente cercato qualcosa che potesse avvicinare Greta alla lingua straniera in modo naturale. La prima cosa a cui ho pensato è stata naturalmente una tata madrelingua ma una volta appurato i costi ho, come dire, desistito!

Informandomi mi sono imbattuta nei corsi di inglese Kids&Us che con 435 sedi nel mondo e circa 135.000 studenti, organizza corsi di lingua da 1 anno in poi.
Greta l’abbiamo iscritta alla sede Kids&Us, fresca di apertura, di Roma San Giovanni (in via Magna Grecia).

Scuola d’inglese per bambini Kids&Us: è ora di cambiare registro!

Prima dell’iscrizione abbiamo partecipato, durante l’open day organizzato, ad una lezione dimostrativa. La sensazione che ho personalmente avuto entrando nella scuola Kids&Us Roma San Giovanni è stata quella di un posto confortevole, divertente e sicuro, con pareti color pastello, carinissimi stickers su muri e finestre e mobili ad altezza bambino.

Le teachers ci hanno presentato Mousy, Linda e Bunny (i personaggi dei corsi dedicati ai Babies), abbiamo ascoltato alcune loro avventure, cantato con loro e imparato i colori con i building blocks. A fine lezione Barbara, la coordinatrice della sede Kids&Us Roma San Giovanni, ci ha spiegato il metodo.

La cosa che mi ha colpito è stata la delicatezza delle insegnanti nell’approccio con tutti i bambini. All’inizio Greta non è stata molto collaborativa ma con il passare del tempo è stata libera di viversi il momento a modo suo, carpendo da ogni attimo soltanto le nozioni che era pronta a ricevere. Non è una cosa scontata secondo me.

English Formula Kids&Us myhappymess

Kids&US: The English Formula

Kids&Us è una scuola, un percorso, la passione di chi lavora per insegnare l’inglese ai bambini, un metodo innovativo per l’apprendimento della lingua straniera a partire dal primo anno d’età.

Il metodo Kids&Us nasce da un’idea di Natàlia Perarnau e segue lo stesso processo naturale che c’è dietro l’acquisizione della lingua materna: ascoltare, capire, parlare, leggere, scrivere. Il primo contatto che un bebè ha con la propria lingua materna è uditivo e questo è lo stesso processo da adottare con la lingua straniera.

Per questo Kids&Us riproduce le stesse dinamiche con i suoi allievi che considera potenziali madre lingua del nuovo idioma. L’English Formula di Kids&Us è basata su un metodo definito semplicemente Natural English: Inglese Naturale. Il segreto per massimizzare l’efficacia del corso è dunque iniziare le lezioni il prima possibile (l’iscrizione è possibile fino ai 7 anni), la mente del bambino è tanto più elastica e malleabile quanto più piccola è la sua età anagrafica.

Kids&Us non fa distinzione tra livelli d’inglese e questa è un’altra cosa che mi ha convinto a far frequentare a Greta il corso di inglese alla scuola Kids&Us Roma San Giovanni. Ho sempre pensato che non ci fosse un senso a pensare che nostro figlio “ha solo un anno, meglio evitare l’uso dei verbi e se proprio li devo usare, li uso al presente”. Come imparerebbero ad esprimersi al meglio?

I corsi Kids&Us

I corsi d’inglese Kids&Us sono suddivisi per fasce di età e sono strutturati in modo tale da rispondere alle esigenze di bambini con un’età compresa tra 1 a 18 anni. In una lezione, con massimo 5 bambini, si arriva a svolgere ben 15 attività diverse. La diversificazione delle attività aiuta a mantenere alto il livello di concentrazione nei bambini e contribuisce a render ogni sessione di lavoro dinamica e divertente.

Fino ai due anni le lezioni delle bambine e dei bambini durano 45 minuti e richiedono la presenza in aula di un genitore o per tutta la durata del corso (Mousy) o per qualche settimana iniziale (Linda), una volta alla settimana. A partire dai tre anni e finché non iniziano a leggere e a scrivere, vi sarà una lezione di un’ora alla settimana; durante il primo anno in cui si introduce la lettoscrittura, le lezioni dureranno un’ora e mezza. Da questo momento in poi gli alunni avranno due lezioni alla settimana e la durata di ognuna sarà di un’ora al principio e di un’ora e mezza in seguito.

Babies K&U myhappymess Kids K&U myhappymess Tweens K&U myhappymess Teens K&U myhappymess

Scuola d’inglese per bambini Kids&Us: voi genitori siete fondamentali!

Il lavoro svolto in aula è davvero efficace, ma per raggiungere i risultati sperati i bambini dovranno allenarsi anche a casa. La prima cosa che ho pensato quando Barbara, la coordinatrice di Kids&Us Roma San Giovanni, ci ha detto che i bambini avrebbero dovuto sentire i CD a casa è stata tipo “nooooo, lo sapevo, Greta deve studiare e io dietro di lei”, ma in realtà no, nessun esercizio da fare o regola da imparare! Si chiede soltanto ai genitori un minimo di partecipazione nel far ascoltare passivamente ai nani un CD magari mentre mangiano o giocano.

L’esposizione all’idioma straniero infatti, deve essere costante nel tempo. Bastano anche 10 minuti al giorno per fare la differenza. Se il piccolo non ascolta il dvd fornito, questa mancanza potrebbe inficiare il buon esito del corso.

L’ascolto ripetuto delle tracce audio fa sì che i bambini e le bambine registrino nel loro cervello un gran numero di parole e di strutture che saranno in grado di identificare e riprodurre in un secondo momento con molta più facilità rispetto alle parole mai sentite prima. E’ evidente, quindi, l’importanza dell’ascolto, grazie al quale l’orecchio si abitua alla comprensione e alla pronuncia dell’inglese.

Genitori non pensate che dobbiate conoscere l’inglese anche voi, l’importante è che facciate ascoltare le tracce ai vostri figli!

Ho finalmente capito perché l’inglese non mi è mai piaciuto studiarlo, era il metodo: regole ferree, lezioni noiose ed enormi difficoltà nell’apprendere le strutture grammaticali delle frasi.

Le iscrizioni per l’anno 2019/2020 sono aperte e anche se la sede Kids&Us Roma San Giovanni è chiusa, fino al 24 Agosto, per delle meritatissime ferie, potete sempre scrivere una mail a roma.sangiovanni@kidsandus.it per prenotare la lezione dimostrativa!

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here