Kids&Us Roma San Giovanni non è solo una semplice scuola di inglese, è una casa per i piccoli!

Vi ho già parlato (qui) di quanto sia importante che i bambini inizino a stare in contatto con l’inglese fin da piccoli e di quanto questo possa facilitarli nell’apprendimento della lingua.

Vi ho anche già parlato (qui) di quanto Greta si trovi bene a frequentare il corso di inglese alla scuola Kids&Us Roma San Giovanni e di come i suoi progressi siano tangibili ogni giorno!

Oggi vi voglio parlare della professionalità di questa scuola e del metodo che applicano!

Uno dei problemi fondamentali, quando si lavora con i bambini così piccoli (da 1 anno in poi), è sicuramente quello di mantenere viva l’attenzione. Si sa, i tempi di concentrazione di un bambino sono molto limitati (variano da un minimo di 3 minuti per i bambini di circa un anno ad un massimo di 15 minuti per bambini di 3 anni), allora come mantenerne viva la concentrazione e l’interesse durante 45/60 minuti di lezione?

Semplice! Coinvolgendoli in attività sempre divertenti!

E Kids&Us lo fa in maniera eccezionale con laboratori, eventi, giochi, accessori, stickers, album e libri interattivi!

Un esempio?

Ogni mese, la scuola organizza gli Storytime, l’ora del racconto al 100% in inglese, attività gratuita e aperta a tutti, non solo agli iscritti. Durante la Storytime si rappresentano racconti ideati e sviluppati dal team pedagogico Kids&Us per offrire ai più piccoli diverse storie divertenti e di facile comprensione, che permettono l’interazione fra gli attori e il pubblico.

Storytime Kids&Us myhappymess Storytime Kids&Us myhappymess

I laboratori e gli eventi Kids&Us

Questo Natale, ad esempio, abbiamo partecipato allo Storytime “SANTA’S ELVES” e Greta ha potuto anche imbucare la sua personale letterina per Babbo Natale.

Abbiamo anche partecipato a Little Chefs, un laboratorio, anche in questo caso totalmente in inglese, nel quale i bambini sono stati coinvolti nella preparazione di un dolcetto natalizio (il laboratorio viene proposto più volte durante l’anno, ma con temi differenti). Per la fascia 3-4 anni era prevista la presenza di un genitore e quindi ho potuto assistere ad una vera e propria lezione integrativa in cui le teacher facevano ripetere ai bambini (ma anche a noi genitori) costrutti e parole già imparate durante le lezioni.

In questo modo, la scuola diventa un luogo di divertimento anche al di là della lezione. Attraverso questo metodo, i genitori (che non sempre riescono ad essere presenti o ad accompagnare i bambini) conoscono meglio la scuola e i piccoli prendono maggiore confidenza sia con la scuola che con gli insegnati.

Le pagelle

E così poco prima di Natale abbiamo ricevuto, vie e-mail, la pagella di Greta.

Ero piuttosto ansiosa di sapere come aveva affrontato il suo primo test/non test. Durante l’incontro con Barbara, la coordinatrice della scuola Kids&Us Roma San Giovanni e le insegnanti, eravamo stati informati che dal Corso Sam in poi i bambini sarebbero stati valutati anche attraverso un esame, svolto senza che i bambini se ne accorgessero, in modo da evitare inutili ansie.

Insomma, tra gli obiettivi del Corso Sam ci sono:

  • Essere in grado di sviluppare un’interpretazione globale delle storie e di quanto viene detto in inglese in classe;
  • Salutare, presentarsi e parlare del proprio stato d’animo;
  • Identificare oggetti e situazioni della propria realtà quotidiana e correlarli a semplici strutture grammaticali in inglese;
  • Rispondere a domande e interagire in inglese con l’insegnante e con i compagni.

Chiaramente ogni bambino è a sé e ognuno arriva all’obiettivo con i propri tempi. Bisogna infatti considerare che questi sono obiettivi a lungo termine che vengono consolidati nel processo di apprendimento.

Quello però che è davvero fondamentale, e di cui abbiamo parlato tantissimo, è la costanza nell’ascolto delle tracce a casa, in modo da farli assimilare davvero a fondo!

pagella myhappymess